HomeVerde sportivoERBA NATURALE VS ERBA SINTETICA

Sia che stiate valutando il rifacimento del manto erboso del vostro campo sportivo sia che stiate pensando alla realizzazione di un nuovo campo, una delle decisioni più importanti che vi troverete ad affrontare è la seguente: ERBA SINTETICA O ERBA NATURALE?
+ ERBA SINTETICA O ERBA NATURALE?

Erba sintetica o erba naturale, qual è la scelta migliore?

Non esiste una riposta univoca e nessuno ve la potrà dare senza conoscere le vostre esigenze.

Se volete realizzare un campo da calcio a 11 e siete in procinto di prendere questa decisione è importante che voi sappiate che i fattori da considerare sono due: le ore di utilizzo e il budget a disposizione.

I campi in erba sintetica hanno il grande pregio di poter resistere a molte ore di gioco intenso ogni giorno e in qualsiasi condizione atmosferica, ma ovviamente hanno un costo di realizzazione maggiore, non paragonabile a un campo in erba naturale. Troppo spesso per moda e senza interpellare i reali fruitori (società sportive e giocatori) negli ultimi anni numerosi campi in naturale sono stati convertiti in sintetico, con l’errata convinzione di avere un campo perfetto senza dover più fare manutenzione; purtroppo non è così, anche i campi in sintetico hanno bisogno di manutenzione e, se non viene fatta, possono verificarsi gravi infortuni oltre che verificarsi una rapida deteriorazione del manto.

Se volete avere un parametro chiaro per fare la vostra scelta, considerate che, se userete il campo per più di 1000 ore di gioco all’anno, sarete obbligati a realizzare un campo sintetico, mentre se pensate di giocare per meno di 600 ore all’anno, con una buona manutenzione potrete avere un campo in erba naturale che farà invidia a tutti, compresi i possessori di un campo in sintetico.

Diverso è per i campi da calcetto a 5 e a 7 che tipicamente si trovano in oratori e parrocchie, in questo caso, per via della ridotta superficie di gioco e l’intenso utilizzo che ne viene fatto, in molti casi anche per attività extra sportive, obbligano la scelta alla costruzione di un campo in erba sintetica.

+ PRO E CONTRO DELL’ERBA NATURALE

PRO
È una scelta rispettosa per l’ambiente e di gran lunga la più ecosostenibile.

Non comporta spese per lo smaltimento e il costo di realizzazione di un campo in erba naturale è minore e non può essere minimamente paragonato a quello per realizzare un campo sintetico.

Inoltre, negli anni, la varietà di graminacea utilizzata per i campi sportivi, ha visto migliorare la sua qualità, grazie a prodotti sempre più performanti, studiati e realizzati per arginare l’usura del prato. Ultimo, ma non meno importante fattore da considerare, è il comfort di gioco, soprattutto durante i periodi più caldi dell’anno.

Il campo in erba naturale è una superficie fresca che è in grado di assorbire il calore, a differenza dei campi in erba sintetica che possono raggiungere temperature estremamente elevate sulla superficie di gioco.

CONTRO
Un campo in erba naturale per mantenere standard qualitativi elevati ha bisogno di essere attentamente curato, non può essere utilizzato per troppe ore al giorno e in caso di piogge intense non dovrebbe essere utilizzato.

È un’entità viva a tutti gli effetti e quindi può ammalarsi, ma con le dovute cure tornerà sempre a essere come nuovo.

È da tener presente inoltre che i campi da calcio hanno bisogno di molta più acqua per l’irrigazione rispetto a un campo in erba sinettica.

+ PRO E CONTRO DELL’ERBA SINTETICA

PRO
È una superficie artificiale creata il laboratorio con il fine di garantire la massima longevità, con performance sportive simili a quelle di un campo in erba naturale.

Sono superfici studiate per resistere ad azioni meccaniche, agenti atmosferici raggi ultravioletti ma soprattutto permettono di giocare molte ore al giorno arrivando nel migliore dei casi a durare fino a 13 anni.

Con un solo campo si potranno allenare e giocare a turno più di una squadra, mantenendo le prestazioni della superfice inalterate.

In caso di forti piogge il campo può essere utilizzato senza comprometterne la funzionalità e senza rovinarne la stabilità. Rispetto a un campo in erba naturale necessita di molta meno acqua e deve essere irrigato solo per abbassarne la temperatura e per pulirlo dalle sostanze che si depositano.

CONTRO
La realizzazione di un campo sintetico comporta un esborso iniziale non indifferente unito al fatto che a fine vita si deve necessariamente rimuoverlo, smaltirlo e posarne uno nuovo se si vuole continuare a giocare.

Per essere considerato un buon investimento un campo sintetico deve essere utilizzato almeno per 1000-1500 h/anno, vale a dire almeno 3 ore di partite e allenamenti ogni giorno 7 giorni su sette per tutto l’anno.

Un altro aspetto molto importante da considerare e che nei prossimi anni sarà con ogni probabilità al centro dell’attenzione è l’eco compatibilità dei manti in sintetico, oltre all’enorme quantità di anidride carbonica immessa in atmosfera per produrli, ci sono molti dubbi degli effetti sulla salute degli IPA (idrocarburi policiclici aromatici) rilasciati dai materiali che compongono un manto in sintetico e che vengono respirati dai giocatori.

Ultimo, ma non meno importante, il problema delle microplastiche liberate nell’ambiente dovute all’usura del manto e dell’intaso prestazionale.

Oltre a non essere un materiale eco-friendly i materiali che compongono il campo si surriscaldano molto all’esposizione dei raggi solari, una ricerca svolta dall’Università del Missouri ha rilevato in una giornata soleggiata in cui la temperatura dell’aria era 37° C, la superficie di un manto sintetico raggiungeva la temperatura di 78° C, contro i 41° C del campo in erba naturale al suo fianco.

+ RIASSUMENDO

ERBA NATURALE
Costi Manutenzione (ogni anno): 7.000 Euro
Costo di realizzazione: 140.000 Euro
Costi di smaltimento: 0
Durata (anni): Infinito
Ripartizione costi su 15 anni: 245.000 Euro
Ammortamento annuale: € 16.300,00
Ore di gioco max in un anno: 500
Preferenza Giocatori: 72,72%*

ERBA SINTETICA
Costi Manutenzione (ogni anno): 8.000 Euro
Costo di realizzazione: 450.000 Euro
Costi di smaltimento: 45.000 Euro
Durata (anni): 15
Ripartizione costi su 15 anni: 615.000 Euro
Ammortamento annuale: € 41.000,00
Ore di gioco in un anno: 1.000/1.500
Preferenza Giocatori: 18,09 %*

*Fonte: Ricerca condotta nel 2006 dalla National Football League Players Association (NFLPA)

https://greensport.it/wp-content/uploads/2020/02/erba-sintetica-o-erba-naturale-differenze.jpg
https://greensport.it/wp-content/uploads/2020/02/green-sport-logo.png

Mettici alla prova!

Ogni impianto è unico, contattaci e insieme troveremo la migliore soluzione per le tue esigenze.
Contattaci
Sede legale: Viale Alcide De Gasperi 20, 24047 Treviglio (BG) Sede operativa: Via Galileo Galilei 16, 24043 Caravaggio (BG)
P.IVA 02484380205

Green Sport Srl – Viale De Gasperi 20, 24047 Treviglio (BG) | P.IVA 02484380205 | Capitale Sociale 50.000€
By In-Asset